“I tamponi non servono per tutelare la salute ma per giustificare i continui DPCM”

I tamponi non servono per tutelare la salute ma per giustificare i continui DPCM Conte che stanno distruggendo l’intera economia nazionale.

Ricorso al Tribunale competente contro il DPCM di Conte: “Non salvaguarda la salute”

Ho presentato il RICORSO al TRIBUNALE COMPETENTE contro il DPCM di CONTE che non salvaguarda la salute e mette in ginocchio l’intera economia nazionale.

ADERITE IN MASSA! IL MOVIMENTO IMPRESE ITALIANE e vari altri operatori commerciali hanno già manifestato la propria adesione. Ascoltate i motivi.

Grave stato di allarme senza fornire i dati per rappresentare la realtà del fenomeno Covid-19

TUTTI I MEDIA E TUTTI I POLITICI DI MAGGIORANZA E DI OPPOSIZIONE CONTINUANO A DIFFONDERE DISPACCI DA BOLLETTINO DI GUERRA PROCURANDO UN GRAVE STATO DI ALLARME SENZA FORNIRE I DATI PER RAPPRESENTARE LA REALTA’ DEL FENOMENO COVID.
Se volessero raccontare la verità prima di tutto dovrebbero fare chiarezza sulla inattendibilita’ dei tamponi per poi rappresentare il reale quadro della situazione. Infatti, a fronte di un numero sproporzionato di “falsi” positivi al tampone bisognerebbe:
1)Analizzare il numero dei soggetti realmente ammalati e la reale causa della malattia.
2)Analizzare il numero dei morti e la reale causa di morte.
3)Analizzare il numero dei morti per “verosimili” reali casi di Covid.
4)Analizzare il numero dei morti per altre cause conteggiandoli per singole patologie.
Solo a fronte di questi dati valutare se chiudere o non chiudere il paese, se chiudere o non chiudere i reparti di eccellenza per potenziare i reparti Covid. Se non si fa questo significa che c’e’ la precisa volonta’ da parte del Governo con la connivenza dell’opposizione di utilizzare strumentalmente la DISINFORMAZIONE al fine di adottare provvedimenti (DPCM) per SCOPI DIVERSI da quelli della tutela della salute. NOI NON CI STIAMO! Se continua cosi RICORREREMO IN MASSA a tutti i DPCM che dovessero essere emanati.
Mariano Amici medico

I DPCM di Conte sono illegittimi e sto preparando il ricorso: mi aiutate?

Ho messo insieme tutti gli elementi SCIENTIFICI e GIURIDICI che dimostrano che i DPCM e particolarmente l’ultimo del 25-10-20 sono ILLEGITTIMI. A brevissimo presenterò RICORSO con carattere di urgenza per bloccare il DPCM.

Ho bisogno che tutti i cittadini e particolarmente i TITOLARI DELLE ATTIVITÀ colpite dagli ILLEGITTIMI PROVVEDIMENTI governativi partecipino al RICORSO COLLETTIVO alla stessa maniera in cui abbiamo fatto sul ricorso contro l’ordinanza sulla vaccinazione obbligatoria che abbiamo vinto!

Seguite le mie iniziative ed interagite con me attraverso il mio profilo facebook. Anche in questa iniziativa dobbiamo cercare di VINCERE per continuare a portare avanti la nostra lotta per la VERITÀ e per la LIBERTÀ.

Mariano Amici medico

Strategia del panico e incentivi alle strutture sanitarie: a chi conviene alimentare l’emergenza Covid e perchè?

Tutti i mezzi di comunicazione stanno continuando con assurdi dispacci da “bollettino di guerra” a diffondere panico ingiustificato tra la popolazione.

Essere positivi al Tampone NON significa essere ammalati di Covid poichè il tampone È INATTENDIBILE e NON È DIAGNOSTICO!

È una follia continuare a chiudere i reparti di elezione per creare posti letto per i malati positivi al tampone e lasciare senza cure malati gravi solo perchÈ non positivi. La verità è che la mortalità per falsi malati di Covid è perfettamente in linea o addirittura più bassa rispetto alla mortalità per influenza degli anni precedenti mentre aumentano a dismisura i suicidi, le morti per tumore, per malattie cardiovascolari nonché per altre gravi patologie poiché non trattate a causa della grave distrazione del personale medico e paramedico sul fronte Covid.

Gli incentivi sui ricoveri Covid stanno creando forti disparità di trattamento tra malati tampone positivi e tampone negativi.
Nel momento in cui il Governo non interviene per fermare il PROCURATO ALLARME che si sta diffondendo intervenendo sia su questo assurdo modo di fare informazione e sia FACENDO CHIAREZZA SULLA ATTENDIBILITÀ DEI TAMPONI ma se ne serve per poter giustificare la proroga dello stato di emergenza e per emettere continue inutili restrizioni con CONSEGUENTI GRAVISSIMI DANNI per l’intera economia nazionale È GIUSTIFICATO pensare che dietro questa tragica vicenda ci sia una strategia poco chiara che nulla ha a che vedere con la tutela della salute.

Per tutto questo esorto tutti i cittadini ben pensanti a proporre DENUNCIA QUERELA sui tamponi come molti, ed io stesso, hanno già fatto. Mi auguro che a seguito della DENUNCIA sulla INATTENDIBILITÀ DEI TAMPONI la MAGISTRATURA voglia presto indagare e porre fine a determinati comportamenti criminosi.

Mariano Amici medico

Aiutatemi a sconfiggere la speculazione che si è creata intorno al fenomeno “Covid”

Da medico debbo tristemente assistere a sempre più frequenti casi di MALASANITÀ. Alcuni miei pazienti necessitevoli di assistenza urgente in ambiente ospedaliero si sono visti rifiutare il ricovero solo perché non positivi al tampone! Fermo restando che essere positivi al tampone NON SIGNIFICA essere ammalati di Covid 19 (sappiamo che il tampone è ASSOLUTAMENTE INATTENDIBILE e NON DIAGNOSTICO) mi viene il sospetto che questi comportamenti siano tesi non soltanto ad alimentare il fenomeno “Covid” al fine di poter giustificare lo “stato di emergenza” (in tal modo si può affermare che gli ospedali e le terapie intensive sono piene di ammalati di Covid, in realtà non ammalati di Covid ma solo tampone positivi ed ammalati di ben altre patologie), ma anche ad alimentare una vera e propria SPECULAZIONE economica.

Per capire se ciò è vero ho ASSOLUTO BISOGNO, al fine di intraprendere le AZIONI necessarie ad arginare il fenomeno e per REPRIMERE eventuali comportamenti CRIMINOSI, di avere copia, ove esistessero, di eventuali PROVVEDIMENTI STATALI o REGIONALI che prevedono INCENTIVI ECONOMICI agli Ospedali pubblici o privati convenzionati e/o al personale sanitario in riferimento ai ricoveri Covid. Vi RINGRAZIO anticipatamente.

Mariano Amici medico

Denuncia sulla INATTENDIBILITÀ dei TAMPONI e RICORSO AL TAR sulle MASCHERINE

Il Covid 19 deve essere inquadrato nell’ambito delle Sindromi Influenzali poiché non si riesce quasi mai, come anche nel caso dello stesso Covid 19, ad individuare l’agente eziologico. Non si capisce, pertanto, perché in queste patologie si cerca di individuare con il Tampone, mezzo ASSOLUTAMENTE INATTENDIBILE e NON DIAGNOSTICO, solo questo tipo di virus.

Malgrado si vogliano “forzatamente” attribuire al Covid tutti i ricoveri e tutte le morti, anche quelle dovute alle complicazioni di una Sindrome Influenzale o addirittura per incidente stradale solo sulla base di una positività al Test; in realtà la mortalità complessiva per tali patologie, Covid 19 compreso, risulta, dalle statistiche, perfettamente in linea con quella degli anni precedenti. Di contro (ma non viene detto…si parla solo di Covid!), Ë aumentata e di molto la mortalità per altre patologie a causa della mancanza di assistenza, in quanto tutte le strutture sanitarie sono impegnate sul fronte Covid.

VENIAMO AI FATTI:
Il Tampone è inattendibile e quindi NON È DIAGNOSTICO per il Covid 19. Le Mascherine sono inutili perchÈ le goccioline di Flugge sono un veicolo di contagio del tutto residuale e comunque la mascherina non impedisce il passaggio del virus.
Di conseguenza tutte le misure adottate con i vari DPCM sono inutili ma contribuiscono alla diffusione del panico nella popolazione ed a comportamenti che generano disservizi a carico di tutte le strutture sanitarie con conseguenze estremamente dannose per la salute (aumento dei suicidi, aumento della mortalità per tumori, aumento della mortalità per malattie cardiovascolari ecc.).

I vari DPCM, inoltre, si stanno rivelando molto dannosi per il mondo della scuola e per l’intera economia nazionale.
Tali provvedimenti stanno di fatto determinando un generalizzato procurato allarme (peraltro previsto quale reato dall’art. 658 c.p.) che successivamente autolegittima l’emissione di ulteriori ed ingiustificati provvedimenti che mortificano l’economia e la vita sociale della popolazione determinando la disperazione della piccola e media impresa cosÏ come delle fasce pi˘ deboli della popolazione.

Vi SOLLECITO a chiedere aiuto alla MAGISTRATURA, cosÏ come ho fatto io, presentando una DENUNCIA alla Procura della Repubblica per ciò che riguarda i TAMPONI ed ad aderire la RICORSO AL TAR, che presenterò a breve, con riferimento all’uso indiscriminato ed ingiustificato delle MASCHERINE a cui potrete aderire, come fu fatto contro l’ordinanza sull’obbligatorietà della vaccinazione antiinfluenzale nel Lazio che, anche grazie al Vostro sostegno, abbiamo vinto.

Mariano Amici medico

Per ogni ulteriore informazione cliccate sul link: http://www.studiomassafra.com/news-e-giurisprudenza/modellodenunciainattendibilitadeitamponi

Ma perché la formazione dei medici viene affidata alle aziende farmaceutiche?

Lo Stato dopo aver consegnato la RICERCA alle case farmaceutiche ora affida alle stesse non solo la REVISIONE DEL SISTEMA SANITARIO NAZIONALE ma addirittura la FORMAZIONE DEI FUTURI MEDICI ed i sindacati invece di protestare plaudono! È IN ATTO, infatti, UNO SCANDALO DI UNA GRAVITAí INAUDITA E NESSUNO NE PARLA: la Sanità Italiana passa in mano a un colosso farmaceutico straniero.

All’ombra dell’emergenza covid-19 si è consumato un colpo di mano senza precedenti, che “istituzionalizza” l’ingerenza dell’industria farmaceutica nelle politiche sanitarie e affida alla stessa non solo la formazione dei futuri medici, ma anche la revisione del sistema nazionale.

Il colosso farmaceutico SANOFI ha siglato un accordo di intesa triennale con la Società Italiana di Medicina Generale e delle Cure Primarie e la Federazione Italiana Medici di Medicina Generale, finalizzato allo sviluppo di progettualità volte a formare i medici del futuro su diverse tematiche cliniche e per identificare un corretto orientamento in caso di emergenza sanitaria, picchi di gestione di condizioni o patologie stagionali.

Attraverso la sottoscrizione di questo accordo, stanno contribuendo a costruire le basi per una revisione sostanziale del Sistema Sanitario Italiano, del ruolo delle singole professioni e delle relazioni tra professionisti, autorità sanitarie e tutti gli attori che compongono il mondo della salute. Un totale stravolgimento della professione del medico di medicina generale, dove il mondo dell’industria rappresenta un elemento fortemente strategico e che porterà a un cambiamento generazionale della professione e un innovativo programma di formazione per i medici.

Salute e benessere delle persone dipenderanno da Big Pharma in tutto e per tutto, i medici saranno formati da loro, seguiranno modelli stabiliti da loro, con procedure uniformate a loro. E quello che prima si configurava come ingerenza esterna, condizionamento improprio, ora sarà un processo interno, lecito e incoraggiato.

Un passaggio di una gravità assurda, che mina irrimediabilmente la salute e il benessere dei cittadini e delle future generazioni, cancella di fatto il rapporto di fiducia medico paziente, lede ogni principio etico, e viola lo stesso codice deontologico di chi esercita la professione medica. Come potranno i medici giurare con coscienza e riuscire poi a rispettare il principio cardine di esercitare la medicina in autonomia di giudizio senza accettare nessuna interferenza o indebito condizionamento che limiti la libertà e l’indipendenza della professione? Non potranno. Non potranno e non avranno più neppure gli strumenti per farlo.

Cari colleghi è giunta l’ora di RIBELLARCI!Se non alzate la testa sarà la fine della Sanità Pubblica e della nostra Professione!
Mariano Amici medico

I tamponi sono inattendibili e danneggiano i diritti: se vogliamo giustizia aderiamo tutti alla class action

Come già a vostra conoscenza ho presentato la DENUNCIA QUERELA volta a far accertare la totale inattendibilità dei tamponi posti alla base di ogni iniziativa che ha fino ad oggi VIOLATO i nostri DIRITTI.

Se vogliamo ottenere GIUSTIZIA dobbiamo promuovere una vera e propria CLASS ACTION e pertanto tutti dobbiamo PERSONALMENTE presentare la denuncia seguendo il modello che ho preparato e che vi allego.

QUESTO MODELLO DI DENUNCIA È STATO PREDISPOSTO, SU MIO INCARICO, DALLO STUDIO LEGALE MASSAFRA PER ESSERE MESSO A VOSTRA DISPOSIZIONE LA CUI COPIA E RELATIVA DOCUMENTAZIONE DA ALLEGARE POTRETE RICHIEDERE SEGUENDO LE ISTRUZIONI PRESENTI SU QUESTO LINK.

http://www.studiomassafra.com/news-e-giurisprudenza/modellodenunciainattendibilitadeitamponi

Guardate i numeri sulla MORTALITÀ da COVID 19 rispetto a quella di altre MALATTIE e fatevi una vostra opinione personale

Il sito mondiale di statistiche “worldometer statistics”, rileva che siamo quasi 8 miliardi di persone al mondo.
Dallo stesso sito di statistiche, possiamo renderci conto, di numeri di cui nessuno mai parla. Infatti, in questi mesi sentiamo parlare solamente di Covid, come se il Covid fosse un soggetto sempre presente, in agguato, invisibile, per farci del male.

In realtà di vero sul Covid sappiamo ben poco: è certo però che le morti per Covid dichiarate, ma non realmente verificate, perché il TAMPONE NON È UNO STRUMENTO DIAGNOSTICO, in tutto il mondo sono circa 1 milione, su una popolazione mondiale di oltre 7 miliardi ed 800milioni.

Dai dati statistici risulta chiaramente che le morti per Covid, anche se “gonfiate”, sono numero ridicolo rispetto alle morti per altre patologie!

Ed allora la domanda sorge spontanea: perchè non si combattono almeno nello stesso modo del Covid i mali che affliggono il mondo e che hanno provocato e provocano una mortalità di gran lunga superiore a quella dichiarata per il Covid?

Ecco alcuni numeri rilevati dal sito di statistiche worldometer statistics.

Morti per HIV 1 milione e 700 mila

Morti per malattie sessualmente trasmissibili oltre 10 milioni

Morti per il Fumo 3 milioni e 900 mila

Morti per alcool 1 milione 800 mila

Per non parlare poi dei Morti per Tumore o per Malattie Cardiovascolari che arrivano a cifre ancora molto più alte!

A fronte di questi numeri, risulta evidente che il Covid ,anche se Ë un male, tra tutti è comunque il male minore, e allora perchË la politica del terrore?

Siamo forse sicuri, che questo tipo di politica mondiale della paura, non sia un modo dittatoriale per assoggettare e controllare ogni singolo individuo?

Se nel 2019 vi avessero detto che nell’anno 2020 non avremmo potuto uscire di casa ; se vi avessero detto che non avreste potuto stringere la mano o abbracciare un vostro conoscente, ci avreste creduto?
Con la politica della paura, del terrore e del ricatto tutto questo si è verificato!

Mariano Amici medico